In una conferenza stampa tenutasi ieri a Vienna è stata presentata ufficialmente la nuova “Conferenza degli ordini in Austria”, che riunisce in uno stesso organismo la precedente assemblea degli Ordini maschili e quella degli Ordini femminili.

La conferma degli statuti, sottoposti alla Congregazione vaticana per gli istituti di vita consacrata (datata 8 dicembre 2019), è giunta in Austria all’inizio di gennaio 2020. Secondo le attuali statistiche, circa 3.250 religiose e 1.660 religiosi vivono e lavorano in Austria in un totale di 195 comunità religiose (109 donne e 86 maschi). Nella “Conferenza” gli ordini diventeranno in futuro una comunità ancora più forte di prima e allo stesso tempo, come prima, resteranno distinti come singoli ordini. Ciò è stato sottolineato dal presidente della Conferenza religiosa austriaca, l’arcivescovo abate Korbinian Birnbacher, insieme con la vicepresidente dell’organismo, suor Franziska Bruckner. Nel corso degli anni la cooperazione organizzativa e amministrativa ha suscitato, nei religiosi e nelle religiose, un crescente desiderio di diventare una rete comune di donne e uomini, ha affermato Birnbacher: “Certo, questo non significa che donne e uomini debbano cambiare improvvisamente o addirittura essere uniformati”. Come ha detto suor Bruckner, si tratta più di “networking, comunicazione, sostegno e servizio nelle domande e preoccupazioni delle comunità religiose austriache”. Questa “è anche una grande opportunità per affrontare insieme le sfide future per gli ordini”.

Fonte: agensir.it