• 93a Assemblea Generale USG

#USG – Aperti i lavori dell’assemblea dei superiori generali

Mercoledì 27 novembre, presso il Centro Pellegrini Santa Teresa Couderc, nel quartiere della Balduina a Roma, si è aperta la 93ª assemblea semestrale dei superiori generali. Anche in previsione – come ha fatto notare qualcuno – dell’udienza con papa Francesco, il numero dei partecipanti questa volta era sensibilmente più alto del solito: 150 circa. Il tema di questa assemblea, annunciato nei programmi, era di tutto richiamo: “Vita religiosa nel secolo XXI”. Nella giornata odierna dei lavori, però, l’attenzione dei superiori generali si è spostata su due temi diversi, di particolare attualità, sui quali si erano già confrontati nella loro ultima assemblea: il sinodo pan amazzonico e la protezione dei minori e di adulti vulnerabili. Sul sinodo pan amazzonico ha offerto un’ampia informazione il cardinale Michael Czerny, uno dei più stretti collaboratori di papa Francesco nella sezione del dicastero vaticano per il servizio dello sviluppo umano integrale che si occupa di migranti e rifugiati. Il tema è stato ulteriormente ampliato dalla cosegretaria della commissione “Giustizia, pace e integrità del creato” (JPIC), Kinsey Sheila; rifacendosi ripetutamente alla “Laudato sì” di papa Francesco, ha sviluppato in particolare tutta una serie di significative interconnessioni tra il creato e i poveri. Ha chiuso la serie di interventi della giornata mons. Matteo Visioli, sottosegretario della congregazione vaticana per la dottrina della fede. Ha affrontato con molta chiarezza il tema della protezione dei minori e di adulti vulnerabili. Lo ha fatto rifacendosi soprattutto alla lettera apostolica di papa Franceso “Vos estis lux mundi”, mettendone in evidenza sia le più importanti novità che le non poche criticità di un argomento sempre attuale come quello della protezione dei minori.                                                                                                                                                                  La seconda giornata di lavori si aprirà con un’ampia riflessione di Diarmuid O’Murchu, msc, sul tema centrale dell’assemblea: “La vita religiosa nel XXI secolo”. Il suo intervento sarà integrato, in un secondo momento, dall’interazione diretta da parte di alcuni giovani religiosi e religiose. I lavori si concluderanno con l’udienza di papa Francesco, prevedibilmente nella tarda mattinata di venerdì 29 novembre (Angelo Arrighini).

Rispondi