• Maggio 2019

LA PROTEZIONE DELL’INFANZIA E LA PREVENZIONE DI TUTTE LE FORME DI VIOLENZA 30 OTTOBRE 2019 – Ore 15.00-19.00

LA PROTEZIONE DELL’INFANZIA E LA PREVENZIONE DI TUTTE LE FORME DI VIOLENZA 30 OTTOBRE 2019 – Ore 15.00-19.00 Casa Generalizia dei Fratelli delle Scuole Cristiane (De La Salle) Aula Magna, Via Aurelia, 476 – 00165 Roma Affinché tali fenomeni [abusi sessuali], in tutte le loro forme, non avvengano più, serve una conversione continua e profonda dei cuori, attestata da azioni concrete ed efficaci che coinvolgano tutti nella Chiesa. Papa Francesco, Motu proprio “Vos estis lux mundo”, 09.05.2019  In occasione del 30° anniversario della Convenzione sui diritti dell’Infanzia (CDI), è importante fare il punto sui progressi compiuti in termini di protezione dell’infanzia e di prevenzione di ogni forma di violenza in istituzioni di ispirazione cattolica che ospitano e accompagnano bambini e adolescenti e in altre istituzioni che condividono i nostri principi. La CDI garantisce protezione (articoli 19, 34 e 39) e obbliga gli Stati che l’hanno ratificata ad “ogni misura legislativa, amministrativa, sociale ed educativa per tutelare il fanciullo contro ogni forma di violenza, di oltraggio o di brutalità fisiche o mentali, di abbandono o di negligenza, di maltrattamenti o di sfruttamento, compresa la violenza sessuale, per tutto il tempo in cui è affidato all’uno o all’altro, o a entrambi, i genitori, al suo tutore legale (o tutori legali), oppure a ogni altra persona che abbia il suo affidamento”. Ciò dimostra l’urgente necessità di affrontare l’enorme onere sociale e di salute pubblica della violenza contro i bambini e i giovani.  Tutte le strutture che ospitano e accompagnano i bambini e gli adolescenti devono prestare particolare attenzione alla loro protezione contro ogni forma di violenza. Ogni istituzione dovrebbe essere in grado di rispondere adeguatamente al contesto e di disporre di strumenti di prevenzione e protezione dell’infanzia, come linee guida, politiche di protezione, manuali di formazione per formatori, ecc. Inoltre, occorre fare in modo che ogni bambino riceva informazioni in funzione del suo stadio di sviluppo, in modo da essere nella posizione migliore per affrontare i rischi di violenza e per identificare la sua rete di sicurezza.  Forti della nostra presenza sul campo e fedeli al nostro impegno nella lotta alla violenza contro i bambini e i giovani, in particolare la violenza sessuale, l’Ufficio internazionale cattolico dell’infanzia (BICE), insieme alla Congregazione dei Fratelli delle Scuole Cristiane e alla Fondazione De La Salle Solidarietà Internazionale, organizzano questo evento con lo scopo di presentare buone pratiche sulla protezione dell’infanzia, prevenire ogni forma di violenza e accompagnare i bambini e gli adolescenti vittime di violenza per sostenerli nella loro riabilitazione socio-familiare.  Come la tavola rotonda organizzata nel 2018 in occasione del 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, crediamo che l’evento di quest’anno ci permetterà di continuare a facilitare collaborazioni e sinergie tra le istituzioni, in particolare quelle di ispirazione cattolica, per garantire una protezione adeguata e adattata all’interesse superiore di tutti i bambini e i giovani.

Leggi tutto

Rispondi