CEI: Giovani nel mondo che vogliamo

Si chiuderanno il 15 aprile 2019 le iscrizioni alla VI edizione del concorso “In un altro mondo”, organizzato dal Servizio per la promozione del sostegno economico alla Chiesa Cattolica in collaborazione con la Caritas italiana. Rivolto ai giovani dai 20 ai 30 anni, il concorso mette in palio un mese nelle periferie del mondo dove l’8xmille destinato dagli italiani alla Chiesa cattolica può fare la differenza, e restituire dignità umana. I giovani vincitori saranno accolti, per 30 giorni, da strutture sostenute con queste risorse.

«Nelle edizioni precedenti – afferma Matteo Calabresi, responsabile del Servizio per la promozione del sostegno economico alla Chiesa Cattolica – i giovani scelti hanno vissuto in prima persona il lavoro quotidiano di tanti volontari, sacerdoti e suore che si dedicano, in luoghi lontani, ai più poveri in nome di Gesù. E proprio in questi territori essi hanno rappresentato l’Italia, un Paese capace di realizzare progetti concreti per chiunque abbia bisogno di ritrovare dignità e rispetto».

Quest’anno l’esperienza di volontariato dei 4 finalisti, da documentare con foto e commenti quotidiani da postare sul web ad agosto, si svolgerà in Indiacon Caritas italiana, in un progetto di ricostruzione dopo le inondazioni in Kerala; in Madagascar, in una scuola per bambine povere delle suore della Congregazione di San Giovanni Battista; in Albania con “RTM-volontari nel mondo”, in un progetto di sviluppo e valorizzazione dell’agricoltura familiare ed infine in Brasile, in una casa per ragazze madri dell’Associazione “Maria Mae de Vida”.

In agosto, durante l’esperienza di volontariato sul campo, si potranno vedere i reportage sui canali social collegati a www.inunaltromondo.it, dove sono reperibili anche le informazioni su come partecipare.

Fonte: chiesacattolica.it

Rispondi