• Maggio 2019

Cistercensi. Lettera di Natale 2018 dell’Abate Generale OCist: La grazia di camminare insieme

Carissimi Fratelli e Sorelle, scrivo la mia tradizionale Lettera di Avvento e Natale dopo la recente esperienza della partecipazione al Sinodo dei Vescovi che si è riunito a Roma dal 3 al 28 ottobre attorno a Papa Francesco. Sapete che il tema era: “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”. Sono grato all’Assemblea dei Superiori Generali che mi ha eletto, con altri nove confratelli di vari Ordini e Congregazioni, per partecipare a questo avvenimento ecclesiale così intenso in cui abbiamo sentito pulsare la vita della Chiesa fino alle estremità del mondo. Oltre ai Vescovi di ogni popolo e nazione, erano invitati come uditori una trentina di giovani provenienti non solo dai cinque continenti, ma anche da varie realtà ecclesiali che sono particolarmente in contatto con il mondo giovanile. Non mancavano i rappresentanti delle varie Chiese cristiane, oltre ad un gruppo numeroso di esperti che hanno dato un indispensabile aiuto per assimilare tutti i contributi, vagliarli e poi riunirli armonicamente nel Documento finale. Non voglio dilungarmi sulla descrizione del Sinodo in quanto a presenze e avvenimenti, perché tutto questo è stato già esposto e divulgato dai media, anche se spesso durante il Sinodo constatavamo come certi media, anche cattolici, offrivano delle descrizioni dei dibattiti del Sinodo totalmente prive di equilibrio e fondamento. L’ideologia, di qualsiasi tendenza, è interessata a darsi ragione più che ad ascoltare la verità delle parole e dei fatti.

Leggi tutto

Fonte: ocist.org

Rispondi