Claretiani. I nostri fratelli sono liberi

Yaounde, Camerun. Ringraziamo Dio per la liberazione dei nostri confratelli missionari che sono stati rapiti lo scorso 23 novembre. Stanno già andando a Douala. Purtroppo, l’autista è ancora nelle mani dei rapitori.

Ringraziamo tutti i messaggi ricevuti di solidarietà, comunione e anche le preghiere. Che Dio ci benedica tutti!

 

Fonte: claret.org

Rispondi