Napoli città libro, dal 24 al 27 maggio 300 eventi al complesso di San Domenico Maggiore

Dal 24 al 27 maggio, nelle sale del complesso monumentale di San Domenico Maggiore, si terrà il nuovo salone del libro di Napoli, “Napoli città libro. Leggere una storia nuova”. Il direttore artistico Francesco Durante, assieme al comitato Libera@arte, promotore dell’iniziativa, di cui fanno parte gli editori Diego Guida, Alessandro Polidoro, Rosario Bianco, ha presentato il programma costituito da 300 eventi tra incontri con l’autore, reading, letture teatralizzate, esibizioni artistiche e canore, laboratori per bambini, firmacopie. Per accedere agli incontri, il biglietto costerà 4 euro, sono previste riduzioni per studenti e bambini.

La manifestazione, che ha un budget complessivo di circa 200mila euro, vanta diversi eventi speciali proposti al pubblico partenopeo, tra cui il video-saluto di Jeff Kinney autore della “Schiappa”, mentre nel complesso di San Domenico Maggiore sarà presente il pupazzone di Greg disponibile per saluti e foto con i fan. Altro evento di punta della manifestazione sarà la tavola rotonda per la cinquemilesima puntata della soap “Un posto al sole”, oltre agli show di Gino Rivieccio, il duo Gigi e Ross, e alla presenza degli attori Massimiliano Gallo e Alberto Rossi

Tra gli autori che saranno presenti al Salone: Michele Ainis, Franco Arminio, Alessandro Barbano, Marco Boato, Fortunato Cerlino, Claudio Cerasa, Cristina Comencini, Nando Dalla Chiesa, Enrico Deaglio, Giancarlo De Cataldo, Maurizio de Giovanni, Diego De Silva, Chiara Francini, Tony Laudadio, Silvio Muccino, Sandra Petrignani, Rosella Postorino, Sergio Rizzo, Marcello Simoni, Matteo Strukul, Gino Vignali. Mentre tra gli ospiti internazionali spicca la presenza di Friedrich Ani, Ali Bader, Simone Buchholz, Peter Covino, Michael Frank, Annie Lanzillotto, Jay Parini, Tim Parks e Farian Sabahi. Il forum sarà sul tema: “La cultura salverà il Mezzogiorno? Un paese diviso investe sulle nuove generazioni”, che si svolgerà nel pomeriggio del 24 maggio. Tre giornalisti internazionali intervisteranno il Sindaco di Matera (capitale europea della cultura 2019) Raffaello Giulio De Ruggieri, l’Assessore alla cultura del Comune di Palermo (capitale italiana della cultura 2018) Andrea Cusumano, e il Sindaco di Napoli, Luigi De Magistris. A moderare il dibattito Massimo Milone, responsabile Rai Vaticano.

Nella serata di chiusura, cerimonia di consegna, con Sua Eminenza il cardinale metropolita di Napoli Crescenzio Sepe, del Premio Napoli città libro a padre Antonio Spadaro, direttore de “La Civiltà cattolica” e autore del recente “Il nuovo mondo di Francesco. Come il Vaticano sta cambiano la politica globale” (Marsilio). Motivazione, firmata dal comitato Libera@arte, promotore dell’iniziativa, di cui fanno parte gli editori Diego Guida, Alessandro Polidoro, Rosario Bianco: “per la sua prestigiosa produzione editoriale che nel segno del pontificato di Papa Francesco proietta Padre Spadaro, e la rivista da lui diretta, quale strumento di costruzione di ponti e dialogo tra culture”. A premiare Padre Spadaro sarà Carlo Verna, presidente nazionale dell’Ordine dei giornalisti.

Ogni ora laboratori e letture animate per i bambini. Ci sarà la possibilità di raccontare e raccontarsi attraverso segni, di-segni e scarabocchi, utilizzare materiali tattili per riscrivere i più grandi classici dell’infanzia. A cura della Biblioteca Nazionale di Napoli “Editori napoletani tra passato e presente”, mostra bibliografica e documentaria. In biblioteca, poi, visita guidata teatralizzata sabato 26 maggio ore 10,00 e ore 12,00  “Le sorprese nelle stanze private di Ferdinando” con ingresso gratuito riservato ai visitatori di Napoli Città libro.

Fonte: fanpage.it

 

Fonte:

Rispondi