• Papa Francesco, Angelus

Roma, sabato 19 maggio. Convegno di formazione “Migranti e tratta. L’etica del giornalista nel raccontare le migrazioni”

Sabato 19 maggio, dalle ore 9 alle 14, presso la sede della Rete mondiale contro la tratta “Talitha Kum” dell’Unione internazionale delle Superiore Generali (UISG), a Roma (in Piazza di Ponte Sant’Angelo 28), si terrà il convegno di formazione “Migranti e tratta. L’etica del giornalista nel raccontare le migrazioni”, promosso da Lazio Sette, inserto del quotidiano Avvenire.

Seguendo l’invito di papa Francesco per la 52a Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali, l’incontro vuole scardinare le “notizie false” legate al tema della tratta e dei migranti al fine di costruire un “giornalismo di pace”. Nella prima parte si affronterà il tema dei migranti, legato al diffuso fenomeno delle fake news, rispetto a un’informazione eticamente corretta e qualificata. Nella seconda parte, relativa al tema della tratta e della schiavitù, si analizzerà il ruolo sociale del giornalismo, capace di veicolare “buone notizie” che costruiscono un mondo più giusto e dignitoso.

Dopo i saluti iniziali di don Alessandro Paone, incaricato regionale del Lazio per le comunicazioni sociali, e di Costantino Coros, coordinatore di Avvenire Lazio Sette, interverranno come relatori: padre Giulio Albanese (Direttore di Popoli e Missione), don Aldo Buonaiuto (Comunità Papa Giovanni XXIII), suor Gabriella Bottani (Talitha Kum), Francesco Carchedi (Università degli Studi di Roma Sapienza, Dipartimento di Scienze Sociali), Vincenzo Giardina(Agenzia DIRE), Francesco Peloso (Vatican Insider) e Sabika Shah Povia(Associazione Carta di Roma). A moderare l’incontro sarà il giornalista Nicola Perrone, direttore dell’Agenzia giornalistica Dire.

Il convegno è organizzato in collaborazione con l’Ufficio regionale per le comunicazioni sociali della Conferenza episcopale del Lazio, la rete Talitha Kum e l’agenzia di stampa DIRE. Il convegno è valido come formazione per i giornalisti (iscrizione su piattaforma SIGEF, con rilascio di 7 crediti) e per il personale scolastico (con rilascio di attestato e decreto MIUR).

Fonte: comunicazionisociali.chiesacattolica.it

Rispondi