• Maggio 2019

Linee guida per la Formazione dei Religiosi Fratelli negli istituti “misti”

Dall’amore di Gesù per il mondo e per gli uomini, i Religiosi Fratelli sono chiamati ad incarnare la memoria profetica di Cristo come Fratello per tutti gli uomini di ogni tempo. La missione dei Religiosi Fratelli fa echeggiare l’annuncio dell’evangelizzazione: ogni persona è degna di rispetto e ogni persona ha accesso all’amore sconfinato di Dio. I Religiosi Fratelli sono chiamati ad aprire il loro cuore, ad essere guarigione e speranza per le persone malate, stanche della vita e trascurate. I Religiosi Fratelli incontrano quanti si sentono abbandonati ed emarginati così che insieme, come comunità, possano sperimentare il calore di una famiglia e l’amore di Dio.

I Fratelli della Chiesa sono spinti dalla forza e dalla grazia dell’Eucaristia, dal sacramento della Carità,7 per “andare in tutto il mondo e predicare il vangelo ad ogni creatura” (cfr. Mc 16,15). Come testimoni e artefici di quel “progetto di comunione” che sta al vertice della storia dell’uomo secondo Dio (Vita Consecrata, n. 46),8 i Fratelli offrono liberamente al mondo il dono della loro presenza e della loro vita, votata alla missione e al carisma dei loro Istituti. Il dono più grande che i fratelli hanno il privilegio di offrire agli altri è la persona di Gesù, fattosi carne in ciascuno di loro. Questo è l’unico e prezioso ruolo dei nostri Istituti nella Nuova evangelizzazione per la trasmissione della fede cristiana (NETF).

Ispirati dal recente documento storico del Vaticano, Identità e Missione del Fratello Religioso nella Chiesa ,offriamo alcune Linee guida che possono aiutare ad appianare alcune disparità che esistono negli Istituti ‘misti’ tra la formazione dei Religiosi Fratelli e quella dei futuri sacerdoti. La formazione di questi ultimi segue un chiaro Programma per la Formazione al Sacerdozio. In molte occasioni la formazione dei Religiosi Fratelli non segue un programma altrettanto chiaro. Spesso essi non sono accompagnati nella professione temporanea, e sono lasciati all’iniziativa e alla creatività dei singoli. Molte volte il risultato è un programma di formazione individuale senza accompagnamento. Questo tipo di approccio alla loro formazione può facilmente portare alla distrazione dalla piena partecipazione alla vita comunitaria. In tali circostanze, i Religiosi Fratelli spesso incontrano delle difficoltà nei confronti dell’impegno assunto con i voti e nella testimonianza del carisma.

 

Leggi tutto

Rispondi