• Maggio 2019

Contro le moderne tentazioni

Mettendo l’accento su quelle due grandi tentazioni che hanno sempre caratterizzato la vita cristiana (pelagianesimo e gnosticismo) e che sono state fissate una volta per tutte come eresie, contro cui hanno combattuto da una parte sant’Agostino e dall’altra la Chiesa nel medioevo e via via anche oltre, nell’età moderna e contemporanea, la lettera Placuit Deo evidenzia che ancora oggi quelle due ombre sopravvivono. Si tratta da una parte di ritenere che «l’individuo, radicalmente autonomo, [possa] pretende[re] di salvare se stesso, senza riconoscere che egli dipende, nel più profondo del suo essere, da Dio e dagli altri», e dall’altra di presentare «una salvezza meramente interiore, rinchiusa nel soggettivismo. Essa consiste nell’elevarsi con l’intelletto al di là della carne di Gesù verso i misteri della divinità ignota».

di Giacomo Scanzi

Fonte: osservatoreromano.va

Rispondi